LINKEDIN CHALLENGE 15 MIN 15 GG

LinkedIn challenge: 15 min per 15 giorni

Quanto tempo serve per LinkedIn? Scopri con una LinkedIn Challenge quanto alcune azioni mirate ti portino in breve ottimi risultati.

La paura di non avere abbastanza tempo per usare Linkedin per poter avere risultati, è una delle perplessità più frequenti quando faccio coaching su LinekdIn.

Quanto tempo serve? Un’ora? Un giorno? Un mese?

In realtà quello che serve davvero è la continuità!

Oggi ti propongo una breve LinkedIn challenge di 15gg: ogni giorno avrai un compito da fare che ti impegnerà con solo 15 min e alla fine del percorso potrai già vedere i risultati!

LinkedIn challenge 15 min per 15 giorni

21 giorni per creare una nuova abitudine…

Inizialmente avevo pensato a far durare la LinkedIn challenge 21 giorni, visto che si dice che per acquisire una nuova abitudine questo sia il tempo minimo.

In realtà questo “numero” deriva da un’errata interpretazione degli studi del dottor Maxwell Maltz, un chirurgo, che aveva notato un pattern nei suoi pazienti.
Questi 21 giorni sono stati poi ripresi e resi famoso da Tony Robbins e da lì in poi il numero viene dato come assodato.

… è una bufala!

In realtà non esistono evidenze scientifiche, anzi sembra che sia necessario più tempo per poter assumere una abitudine duratura.

Se ti interessa approfondire il discorso in maniera scientifica, iscriviti alla community di Digital Neuromarketing Mastermind.

Insomma ho deciso di non tenere 21 gg come riferimento, e limitare la challenge a due settimane: abbastanza a lungo per iniziare a vedere qualche piccolo cambiamento ma non troppo a lungo per stancarti o rendere impegnativo il percorso.

LinkedIn Challenge: 15 min per 15 giorni

Perché una LinkedIn challenge?

Ovviamente non è possibile aspettarsi dei risultati straordinari in soli 15 giorni.

L’obiettivo è quello di farti acquisire un’abitudine nei confronti di LinkedIn in modo che possa rientrare nella tua giornata lavorativa.

Per avere degli effetti reali dovrai prima di tutto ottimizzare il profilo e poi continuare con costanza a “frequentare” il social network. 

Per diventare un PRO di LinekdIn scopri il mio percorso LinkedX in 3 fasi:

  1. ottimizzazione profilo
  2. contenuti
  3. lead generation

In questa challenge do per scontato che tu abbia già aperto un profilo e che conosca LinkedIn. Se così non fosse ti consiglio di leggere prima questo articolo: Ottimizzare un profilo LinkedIn non serve a nulla

Giorno 1: SSI punto della situazione

Da dove si parte per questa LinkedIn Challenge?

Calcola il tuo SSI e scrivi:

 

Giorno 2: come viene scoperto il tuo profilo?

Guarda le parole chiave per le quali le persone arrivano sul tuo profilo. Le keyword per le quali il tuo profilo viene trovato, sono quelle inerenti il tuo settore?

Sono le parole per le quali vuoi che il tuo profilo compaia nelle ricerche? Se la risposta è negativa c’è da risistemare il profilo (cosa che farai nei prossimi giorni)

Rifletti sulle seguenti domande:

  • chi è il tuo ICA (Ideal Client Avatar)
  • chi è il tuo ATTUALE cliente ideale (ora)
  • a chi vuoi rivolgerti?

Giorno 3: cancella le richieste di connessione in sospeso

Accetta ogni pending request in linea con il tuo obiettivo o il tuo ICA.

Se ti hanno mandato una richiesta personalizzata, rispondi chiedendo alla persona come è arrivata sul tuo profilo e se c’è qualche cosa in cui puoi essere d’aiuto o quale parte del tuo lavoro è interessata (usa le tue parole).

Ho dedicato un intero video sulle richieste di connessione da non scrivere.

Se la richiesta di connessione è invece senza messaggio, scrivi tu alla persona un messaggio di benvenuto ringraziando per il contatto e chiedendo come come è arrivata sul tuo profilo e se c’è qualche cosa in cui puoi essere d’aiuto (anche qui usa le tue parole).

Giorno 4: Headline, questa sconosciuta

Ieri ti ho fatto rispondere alla domanda “Come aiuto i miei clienti”.
Adesso cerca di condensare il tutto nella tua headline, con il dono della sintesi.

Hai a disposizione 220 caratteri e i più importanti sono i primi 40, quelli che rimangono sempre visibili.

Dai uno sguardo anche alle headline di altre persone, dei tuoi competitor (ma prima controlla la privacy di LinkedIn se non vuoi che lo sappiano).

Giorno 5: Informazioni, ovvero fiume di parole!

Se ieri ci siamo dedicati alla headline e il problema era riuscire a concentrare tutto in pochi caratteri, oggi ti puoi sbizzarrire!

Oggi passiamo infatti alla sezione “informazioni”!
Qui hai moolto più spazio a disposizione, ma ovviamente non devi utilizzarlo tutto.

Non andrai a riscriverlo tutto (avevo promesso non più di 15 min al giorno!).

Ci concentriamo soprattutto sulle prime 3 righe.

Quelle che vengono visualizzate quando una persona atterra sul tuo profilo.

Cosa devi fare? Attira l’attenzione!
Immagina che questo sia il titolo della tua storia, quello che convince il tuo prospect a cliccare su “leggi altro” per scoprire tutto.

Sarò diretta: a nessuno interessa chi sei e cosa fai, vogliono sapere cosa puoi fare per loro.

Se non lo hai mai letto, ti consiglio di mettere nella tua wishing list Ego is the enemy.

Giorno 6 – Le competenze

Visto che qualcuno ieri magari hai riscritto tutta la sezione informazione e ci ha messo ben più dei 15 minuti, per oggi ti lascio un compito molto veloce.

Prima di proseguire nella lettura ti ricordo che LinkedIn è un social network.

Il compito di oggi è quello di controllare le competenze che hai inserito sul tuo profilo, e metterle in ordine.

Giorno 7 – Allarga il network

In questa prima settimana ti ho fatto sistemare alcuni elementi del profilo.
Non tutto, ma è un inizio.

Adesso è il momento di mostrarti al mondo di LinkedIn!

Il compito di oggi è quello di ricercare il tuo ICA, utilizzando i filtri e gli operatori booleani.
Trova e chiedi la connessione ad almeno 5 persone in target rispetto ai tuoi obiettivi.

Giorno 8 – Engage

Come ripeto spesso, LinkedIn non è (solo) un posto dove depositare il proprio cv, ma è un SOCIAL NETWORK.

Spesso quando faccio formazione e consulenza, mi viene chiesto “Come mai ho pochissimi like e commenti?”

La mia risposta è una provocazione:
Quante volte interagisci con i post delle altre persone?

Quindi oggi i compiti sono due
Invia ancora almento 3 richieste di connessione

Scorri il tuo feed e interagisci con i post: metti like, scrivi commenti, poni domande.
Cerca di essere propositivo e di dare valore!

E non limitarti a interagire solo con i post della tua rete di 1° livello, fallo anche con i post di chi non è in diretto contatto con voi!

Giorno 9: rispondi ad una FAQ

Ieri abbiamo interagito con i post degli altri… adesso crea tu i contenuti di valore per la tua audience!

Prendi una domanda che ti viene fatta spessissimo dai tuoi clienti (se sei all’inizio studia il tuo target e i suoi dubbi) e scrivi un post che dia la risposta.

ESEMPIO
Domanda: Non so mai cosa scrivere su LinkedIn. Che tipo di contenuto posso condividere?

Giorno 10: rassegna stampa

I contenuti raccontano chi sei, la tua esperienza, le competenze e accorciano i tempi di vendita perché hai già risposto a tutti quei dubbi e alle domande che il potenziale cliente aveva in testa.

Sui social ti fai comprare (NON ti vendi). I contenuti fanno proprio questo.

Rispondono alle domande:

  • cosa può fare questa persona per me
  • è credibile e merita fiducia
  • me lo posso permettere

prima che le persone te le rivolgano.

COMPITO
Prendi una notizia del tuo settore e leggila attentamente.
Rileggila.
Ora fai un riassunto di 2 o 3 righe massimo.
Aggiungi il tuo pensiero.
Metti una CTA.
Condividi.

Giorno 11 – USP parte 1

Le persone non comprano ciò che fai, comprano il perché lo fai.

Nel giorno 4 di questa challenge ho parlato di headline facendoti soffermare sull’importanza di distinguersi dai competitor.

Molte persone quando scrivono la headline si soffermano sul “cosa” fanno.

Ma il COSA fai non è identificato di te e soprattutto non ti distingue dagli altri.

La differenza è nel COME e, soprattutto, nel PERCHÉ.

Oggi i nostri 15 minuti di challenge li investirai in brainstorming:

  • Qual è la tua Unique Selling Proposition?
  • Qual è la tua promessa di valore?

Immagina di dover portare il tuo cliente ideale dal punto A (prima di conoscerti) al punto B (quando ha risolto il suo problema):

❓quali sono le sue paure
❓quali sono le sue difficoltà
❓quali i dubbi

Giorno 12 – USP parte 2

Ieri hai ragionato sul perché profondo che ti porta a svolgere la tua attività, oggi trasformiamo la vision, le parole e i valori nella tua USP, spiegando le azioni che metti in atto. Qual è la trasformazione che il tuo prodotto/servizio porta al tuo cliente?

❓come il tuo servizio/prodotto aiuta il tuo cliente?
❓come la sua vita sarebbe più semplice se acquistasse il tuo prodotto/servizio?

Torna sul profilo e modifica la sezione informazioni aggiungendo questa parte.

Giorno 13 – Raccomandazioni

Durante il percorso di questa challenge hai scritto

  • chi sei,
  • di cosa ti occupi,
  • perché svolgi la tua attività,
  • come ti distingui dagli altri

Ma queste sono solo parole. Sono i fatti che danno concretezza.
Come puoi portare i fatti anche sul tuo profilo?

Ci sono numerosi modi, oggi ne vediamo uno: LE RACCOMANDAZIONI!

COMPITO: chiedi ad un tuo cliente, un collega un collaboratore, un superiore di scriverti un feedback.

Lo puoi fare scorrendo verso il basso sul tuo profilo fino a trovare la sezione corrispondente (se non compare guarda la barra alto a destra compare la scritta “aggiungi al profilo”).

Giorno 14 – Gruppi

Oggi scopriamo i Gruppi.

Iscriviti ad almeno un gruppo del tuo settore e dove potrebbero esserci i tuoi potenziali clienti.

Interagisci con le persone all’interno e raccogli le domande che vengono poste.

Giorno 15 – SSI finale

Siamo arrivati alla fine di queste due settimane di linkedin challenge. Come è andata?

Torna a calcolare il tuo SSI e dimmi com’è andata!!

 

 

 

 

NON PERDERTI NESSUN CONTENUTO

💌 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER qb

La newsletter senza una data fissa che ti arriva quanto basta

HI logo Bianco
CONTAtti
NEWSLETTER QB
Copyright © 2022 Heidi Iuliano - Tutti i diritti riservati - CF LNIHDE72A53A794R

Privacy Policy

Cookie Policy

Vuoi diventare un Pro di LinkedIn?

Scarica l’anteprima del libro e accedi al minicorso su LinkedIn