NON PERDERTI NESSUN CONTENUTO

💌 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER qb

La newsletter senza una data fissa che ti arriva quanto basta

Lavoro Flessibile: cos’è e come farlo

E se esistesse un modo diverso di lavorare in modo più adatto a noi, alle nostre esigenze, alla nostra vita, al nostro modo di essere?

 

Sto parlando del lavoro flessibile: flessibile nel tempo e anche nello spazio.

Un lavoro flessibile è un lavoro che si adatta alla nostra vita e non la nostra vita al vostro lavoro.

In questo modo non saremo più costretti a lavorare all’interno di un ufficio dalle nove alle cinque rimandando ad un futuro, chissà, magari lontano, tutto ciò che riguarda la nostra vita, le nostre passioni, i nostri hobby e a volte anche gli affetti e tutto ciò che riguarda la sfera personale.

Il lavoro flessibile è possibile?

Viviamo, ragioniamo, pensiamo e decidiamo in base a quello che conosciamo.

Ma che fine fa tutto ciò che non prendiamo neanche in considerazione, tutto ciò che sarebbe possibile ma semplicemente non conosciamo e quindi non mettiamo all’interno del nostro ventaglio di possibilità?

Questi ultimi anni ci hanno dimostrato che è possibile lavorare a distanza, che la tecnologia ci aiuta e che si possono risparmiare molte ore tra spostamenti, runioni e traffico.

Avere un lavoro flessibile non significa lavorare dalla spiaggia.

Non so se ci hai mai provato, ma lavorare sulla spiaggia è veramente una cosa decisamente poco confortevole!

Smettiamo di pensare che il lavoro sia solo sofferenza e sacrificio!

Il lavoro può essere anche qualcosa che possiamo fare con gioia e soddisfazione. Questo pensiero cambia sicuramente il nostro approccio al lavoro.

Avere la flessibilità di scegliere dove e quando lavorare è una grande libertà.

1. Mindset

Quando si parla di lavoro flessibile prima di tutto una questione di mindset e di mentalità.

Bisogna iniziare a pensare  che sia fattibile e POI cercare di capire come, al di là degli strumenti e dei mezzi tecnici.

Per trovare una modalità di lavoro più flessibile è necessario spostare l’attenzione dal controllo del tempo ad un focus sui risultati.

Non si dovrà più pensare quante ore sono necessarie per poter arrivare a quel determinato risultato, ma solo concentrarsi nell’avere il risultato e l’output entro la data prefissata.

Questo è un cambio di pensiero che diventa fondamentale nell’organizzazione di un lavoro da remoto o di un lavoro flessibile.

2. Check List

Pensa in anticipo a tutto ciò che potrebbe essere necessario fuori dall’ufficio.

Fa una check list di tutto ciò che può esserti utile e che ti rende indipendente.

Inizia a farlo giorno per giorno:

  • oggetti che utilizzi
    • cavi
    • alimentatori
    • documenti
    • oggetti di cartoleria
  • di quali informazioni hai bisogno
    • password
    • numeri di telefono

3. Organizzazione del tempo

L’organizzazione di tutte le attività settimanali da svolgere e anche delle tempistiche di consegna è fondamentale. Riuscire a programmare per tempo, evitando le urgenze e andando a programmare anche quelli che sono gli imprevisti (l’organizzazione della settimana è uno degli argomenti principali di We Only Live Once. Se ti interessa l’argomento pianificazione della settimana, guarda l’estratto di questa lezione) aiuta tantissimo la flessibilità.

4. Strumenti e gestione attività

La scelta dello strumento di organizzazione deve venire a posteriori, dopo che si è già pensato a come poterlo strutturare. I

o, per quanto riguarda gli strumenti, uso prevalentemente NOTION e ClipkUp , entrambi accessibili anche da smartphone attraverso le app corrispondenti, e questo mi permette, anche in movimento, di poter sempre controllare lo stato delle attività, l’attività successiva e anche le scadenze, la condivisione delle informazioni e della documentazione.

5. Informazioni

Le informazioni devono essere sempre disponibili a tutte le persone che le necessitano e non possono essere assolutamente conservate, condivise all’interno di una mail o, peggio ancora, nel proprio computer.

Anche qui esistono tantissimi strumenti, anche gratuiti, che permettono non solo la condivisione ma anche la collaborazione, cioè tutte le persone possono accedere allo stesso documento contemporaneamente e poter verificare anche le modifiche.

E tu lavori già in modo flessibile?

NON PERDERTI NESSUN CONTENUTO

💌 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER qb

La newsletter senza una data fissa che ti arriva quanto basta

© 2017-2021 Heidi Iuliano – Tutti i diritti riservati – P.IVA 04219540160

Privacy Policy

Cookie Policy

Vuoi diventare un Pro di LinkedIn?

Scarica l’anteprima del libro e accedi al minicorso su LinkedIn