Il mio processo per creare infiniti contenuti in poco tempo

Come riuscire ad avere sempre contenuti per i tuoi canali social senza dover passare tutto il tempo davanti al computer e, soprattutto, senza dover trascurare la tua attività principale, quella che in fondo ti fornisce dei soldi?

Ti piacerebbe avere un’infinità di contenuti, come ad esempio Gary Vee, ma senza avere alle spalle il team pagato di Gary Vee?

In questo video ti mostrerò il processo che seguo personalmente, sia per me che per i miei clienti, per riuscire ad avere in pochissimo tempo tutti i contenuti che poi mi serviranno da pubblicare per il resto del mese.

Mi occupo dei social, soprattutto della parte strategica, ma anche della parte esecutiva da anni e quindi, nel tempo, ho dovuto apprendere diverse competenze grafica, colori, copy, video, eccetera eccetera.

Ma questo è il mio lavoro.

Se invece NON sei un content creator o non sei un social media manager, non è strettamente necessario avere tutte queste competenze!

È però fondamentale avere una pianificazione e organizzazione per riuscire a ottimizzare tutto il tempo che dedichi alla creazione di contenuti per poter poi avere il materiale per tutto il mese.

 

Di che cosa parlare?

Avere un piano editoriale definito a priori ti servirà e ti aiuterà durante tutto il processo di creazione dei contenuti per non andare fuori tema.

 

Prendi il tuo argomento principale, disegna un cerchio e al centro di esso metti il tuo argomento principale, nel mio caso, la mia nicchia.

Il mio argomento principale è lavorare meglio.

 

 

 

 

 

E rispetto ad esso definisci tre sottocategorie legate all’argomento principale.

Dividi il cerchio poi in tre settori e per ognuno di essi trova un sotto argomento.

 

Io ho definito che voglio parlare di produttività, di strategie digitali e di benessere personale, sempre legati al mio argomento iniziale, che è quello di lavorare meglio.

 

Per ognuno di questi sotto argomenti vado a definire delle aree che mi aiuteranno poi a trovare i contenuti.

trova gli argomenti
trova gli argomenti

Parlerò di

  • falsi miti, di errori
  • di processi e di sistemi
  • Andrò a prendere degli esempi e a raccontare dei casi studio.
  • Q&A: rispondo alle domande che mi vengono fatte direttamente o che trovo all’interno della ricerca che faccio prima di iniziare tutto questo lavoro.
  • Parlerò di metafore per farmi capire molto più facilmente, invece di utilizzare un linguaggio molto tecnico.
  • E poi vado a raccontare gli insight e i dietro le quinte.

Questa divisione la andrò a riproporre e riprodurre anche per tutti gli altri argomenti.

In questo modo avrò una serie di idee e di combinazioni di idee che sono pressoché infinite, perché per ognuno di questi sotto argomenti posso andare a definire e a creare un contenuto.

Il processo creativo per trovare idee per infiniti contenuti social

Separa sempre il processo creativo dal processo esecutivo.

Questo perché se ti metti a creare i tuoi contenuti nel momento in cui li stai pensando, questo ti farà perdere molto tempo.

La creatività va stimolata e un’idea ti può venire in qualsiasi momento della giornata.

Il problema con le idee che così come ti vengono, spariscono se non le scrivi. Il nostro cervello è fatto per creare non per memorizzare.

Scrivi tutte le idee

È importante quindi avere sempre a disposizione uno strumento dove poter scrivere le idee.

Io uso un’applicazione sul mio cellulare, io uso Notion, o ClickUp.

Quello che puoi fare è comunque utilizzare una qualsiasi applicazione. Va benissimo anche un’applicazione di appunti dove segnare rigorosamente tutte le idee.

Ti servirà a fissare l’idea nel momento in cui ti sta venendo, quando stai scrollando il tuo feed dei social e ti viene un’idea, segnatela subito.

Scrivi anche tutti i riferimenti, quindi il link. Non limitarti a salvare la tua idea sul social che stai guardando, perché poi quando andrai a rivederla non ti ricorderai più che cosa ti è venuto in mente.

Utilizza un solo strumento, una sola app, che ti potrà servire anche in seguito in tutto il resto del processo, come unico riferimento per tutto.

Io utilizzo sempre, in movimento, l’app che ho installato anche sul mio cellulare.

Io segno tutte le mie idee e solo in una seconda fase, in una fase successiva, torno sul computer e vado ad organizzarle e a classificarle a seconda degli argomenti.

Come organizzare il Piano Editoriale

Adesso che abbiamo organizzato tutte le idee è il momento di vedere come strutturare il piano e il calendario editoriale.

In questo articolo utilizzerò Notion, ne ho già parlato anche in un altro video

Notion è molto eclettico e proprio per questo motivo lo utilizzo perché permette di partire da una base molto semplice e poi piano piano si va ad aggiungere i dettagli.

Se vuoi provare Notion usa il mio link (è un link di affiliazione ma a te non cambia nulla): https://notion.grsm.io/heidi-iuliano

Non cercare di partire dalla fine, ma parti da una base davvero molto semplice e poi piano piano vai a strutturare tutto il resto.

A questo punto è il momento di sviluppare tutte le idee e quindi di passare direttamente sul mio calendario editoriale.

Calendario Editoriale su Notion

Per ognuno degli argomenti ho creato un mio template (guarda il video).

Ho inserito:

  • i canali di distribuzione:
    • Instagram,
    • YouTube,
    • YouTube Short,
    • Facebook,
    • LinkedIn,
    • Google Maps…
  • La data di pubblicazione,
  • Il tipo di formato,
    • video
    • testo
    • grafica
  • stato che mi indica a che punto è il contenuto,
    • idea
    • preparato
    • completato e quindi già pubblicato

All’interno dei template inserisci tutte le informazioni che possono esserti utili:

  • link al template grafico
  • informazioni per la pubblicazione
  • per i diversi canali  ci sono ad esempio le dimensioni, come andare a pubblicarlo…

L’idea è sempre quella di utilizzare un unico strumento, in questo caso Notion, dove posso trovare tutte le informazioni che mi servono per poter svolgere il lavoro.

Questo metodo sarà utile sia se lavori in autonomia, sia per un team di lavoro (o nel caso di delega successiva)

Una volta completato tutto il mio post, mi basterà indicare lo stato, questo punto è preparato la data in cui voglio che avvenga la pubblicazione, ad esempio il 14 e i canali sui quali voglio che venga pubblicato.

Prepara dei Template grafici

I template sono fondamentali perché permettono di risparmiare moltissimo tempo.

Oltre ai template per quanto l’organizzazione su Notion, ho anche dei template grafici che ho già preparato per tutti i miei post.

Ognuno dei template avrà al suo interno i colori e i font del brand.

E poi, ovviamente di volta in volta, a seconda delle modifiche delle piattaforme social, verrà aggiornato.

Anche nel caso dei caroselli ho un template già organizzato.

Riutilizza i contenuti infinite volte

Il passo successivo, dopo aver pubblicato il tutto, è anche prevedere che cosa andrai a fare successivamente per poter utilizzare o riutilizzare gli stessi contenuti.

Ad esempio io vado a scrivere degli articoli sfruttando I video.

Oppure utilizzo alcuni di questi argomenti per inserirli nella newsletter mensile.

Quello che andrò a fare è quindi andare ad inserire direttamente il link nella newsletter, in modo da trovarmi già pronte tutte le informazioni che mi servono quando devo andare a scrivere la newsletter.

Fammi sapere se questo contenuto ti è stato utile!

 

NON PERDERTI NESSUN CONTENUTO

💌 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER qb

La newsletter senza una data fissa che ti arriva quanto basta

HI logo Bianco
CONTAtti
NEWSLETTER QB
Copyright © 2022 Heidi Iuliano - Tutti i diritti riservati - CF LNIHDE72A53A794R

Privacy Policy

Cookie Policy

Vuoi diventare un Pro di LinkedIn?

Scarica l’anteprima del libro e accedi al minicorso su LinkedIn