NON PERDERTI NESSUN CONTENUTO

💌 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER qb

La newsletter senza una data fissa che ti arriva quanto basta

10 consigli per comunicare (bene)

10 consigli per comunicare meglio

Se sei arrivato su questo articolo senza leggere i tre precedenti, ti consiglio di leggere prima leggi qui il cap. 1,  il cap 2 e il cap. 3, dove potrai, metterti alla prova attraverso un gioco, per capire quanto è efficace la tua comunicazione.

Essere efficaci nella comunicazione e riuscire a comunicare meglio non significa far prevalere il proprio punto di vista.

E neppure è una questione di avere torto o ragione.

Cosa significa comunicare?

comunicare v. tr. e intr. [dal lat. communicare, der. di communis «comune1»; . a. tr. Rendere comune, far conoscere, far sapere

Comunicare dunque significa far conoscere il proprio pensiero.

Ecco dunque 10 consigli per comunicare meglio:

1 – Non avere fretta

La calma aiuta a comunicare. Nella fretta di arrivare alla fine del discorso, la tua attenzione si sposta sulle singole parole, non sulla utilità delle informazioni. Rallentare ti permetterà anche di pensare.

2- Non improvvisare

Preparati adeguatamente, creati degli schemi mentali che ti aiutino ad organizzare e a seguire il flusso della comunicazioni.

3 – Ordine

Organizza le informazioni: prima dai le informazioni generali, e poi quelle di dettaglio.

3 – Semplicità

Utilizza parole semplici e frasi brevi.

4 – Ripetizione

Ripeti almeno 3 volte, e usando parole diverse, le informazioni importanti. I concetti ripetuti verranno ricordati meglio.

5 – Usa le pause

Le pause servono per dare il tempo alle persone prima di capire e poi di agire.

6 – Ascolta e osserva

Ascolta, e osserva, in maniera attiva chi ti sta di fronte. Ti permetterà di adeguare la tua comunicazione laddove ci siano delle parti che non sono state ben comprese.

7 – Gestisci il tempo senza pre-occupartene

Quando devi comunicare, non preoccuparti del tempo.Lo stress, e il tempo limitato agiscono sulla sfera cerebrale fino quasi ad inibire la parola. Respira a fondo e concentrati. Pensa solo a quello che devi dire senza guardare l’orologio.

8 – Imparare a gestire le domande

  • Gestisci tu il tempo da dedicare alle domande, prima comunica e poi rispondi.
  • Rispondi solo alle domande pertinenti
  • Completa le risposte aggiungendo le informazioni essenziali senza divagare
  • Se una domanda è fuorviante o non interessa a tutti, isola e rimanda la risposta
  • Se la domanda è pertinente e la risposta può aiutare la comprensione, rispondi subito
  • Accertati che tutti abbiano capito la domanda

9 – Chiedi sempre un feedback

Non accontentarti di chiedere “tutto chiaro, avete capito?”. Verifica che il tuo messaggio sia arrivato a destinazione.

10 – La comunicazione non è solo verbale!

Ricorda che la comunicazione non è solo verbale. Non è importante solo quello che dici, ma anche il COME lo dici, ovvero l’aspetto paraverbale:

  • il tono,
  • il ritmo,
  • il volume.

E ricordati di non sottovalutare la comunicazione NON VERBALE ovvero tutto l’aspetto che non riguarda la pure semantica ma ciò che si esprime con il proprio corpo:

  • la postura,
  • l’espressione facciale,
  • i gesti,
  • la prossemica.

NON PERDERTI NESSUN CONTENUTO

💌 ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER qb

La newsletter senza una data fissa che ti arriva quanto basta

© 2017-2021 Heidi Iuliano – Tutti i diritti riservati – P.IVA 04219540160

Privacy Policy

Cookie Policy

Vuoi diventare un Pro di LinkedIn?

Scarica l’anteprima del libro e accedi al minicorso su LinkedIn